tav1Due tavole di visione complessiva del territorio costiero e interno, con l’obbiettivo di recuperare tutte le peculiarità e le risorse disseminate e isolate; valorizzarle, in una proposta di recupero ambientale.

 


tav2
Il progetto intende toccare diversi aspetti problematici dell’Argentiera sia dal punto di vista spaziale che funzionale. Si sono identificati e pianificati una serie di obiettivi strategici, cioè di attese di qualità dell’ambiente antropizzato sulla struttura dei quali si sono poi organizzati gruppi di funzioni e spazi di vita.
E’ necessario immaginare nel progetto urbanistico un insieme di funzioni (e spazi) collaboranti tra loro in maniera di innescare processi sociali, anche a catena se visti nel tempo, che siano in grado di evolvere autonomamente e di integrare anche le realtà già presenti nel luogo.
Abbiamo pensato che il recupero e la rivitalizzazione, che si concreta in un aumento delle persone facenti parte dell’insediamento (non solo nel periodo estivo, ma nell’arco dell’intero anno) debba necessariamente passare attraverso la valorizzazione di alcuni elementi sostanziali:

1) Valorizzazione del territorio e della natura
2) Il lavoro radicato nelle risorse del luogo
3) La valorizzazione il recupero e il mantenimento dei tratti storico-culturali del luogo
4) Il turismo inteso come frequentazione e assimilazione dei caratteri e delle differenze ambientali

In sostanza sono riassunti in questi punti le attese di qualità precedentemente accennate.
E’ importante notare che i flussi di persone che ruotano intorno dell’Argentiera sono diversificati, alcuni stanziali, altri invece periodici. Quindi il progetto è stato pensato anche in base alle stagioni. Le funzioni inserite sono state studiate anche in base al rapporto giorno-notte.
Sono da tenere in conto anche le possibilità offerte dall’uso delle tecnologie, sia informatiche che energetiche, che da un lato rendono possibili attività lavorative e sociali, anche in luoghi lontani da grandi agglomerati urbani, e dall’altro forniscono una sostenibilità nei confronti dell’ambiente e  della natura.