A vertical city in Frankfurt.

L’intorno dell’area di intervento è già fortemente caratterizzato dalla presenza degli altri grattacieli, i luoghi della macchina economica della città. Ogni giorno magliaia di persone arrivano nella zona e salgano ai piani dei grattacieli per lavorare e per incontrarsi. L’intera vita della giornata si svolge in alto rispetto al tessuto urbano ‘orizzontale’. La diversità si percepisce rispetto ad altre zone della città, dove una miriade di negozi, attività, persone in movimento tra ampi viali e stretti vicoli, rendono l’atmosfera tipica della grande città indaffarata.
Nella nostra zona non è così; a terra regna una calma controllata, una pulizia e un ordine tipici dei posti rappresentativi, ma vissuti soli in parte…le attività delle persone si sono spostate molto più in altro avvolte da una struttura chiusa, il grattacielo.
Abbiamo operato una scelta di fondo, non considerare il nostro grattacielo come una presenza indipendente dalla città, ma invece generato da un elemento forte della città.
E abbiamo individuato questa radice nell’ampia zona verde, il parco, che circonda l’area di intervento. Il parco, si innalzerà, nel progetto, repentino, a formare la struttura portante, l’elemento caratterizzante del grattacielo. La presenza di una vasta zona ‘esterna’ cioè percepibile solo in parte come costruita, ma con una forte connotazione naturale serve all’uomo per sentirsi nel cielo (ad una certa altezza l’impressione è quella), ma protetto dalla madre terra.